rotate-mobile
Cronaca

Arresto boss Iovine, il magistrato Cantone: "Saltate delle coperture"

Dichiarazioni ai microfoni di CNRmedia: "Iovine è sempre stato a Casal di Principe in tutti questi anni di latitanza, l'arresto è sintomatico di forti legami col territorio che evidentemente sono saltati"

Alla notizia dell'arresto di Antonio Iovine, il boss latitante da 14 anni e catturato questo pomeriggio a Casal di Principe, il magistrato Raffaele Cantone, fino al 2007 operativo presso la DDA di Napoli, ha così commentato ai microfoni di CNRmedia: "È evidente che sono saltate delle coperture, il fatto che Iovine sia stato arrestato a Casal di Principe è un segnale importantissimo. Questo è un arresto che può davvero segnare un punto di svolta nella lotta alla camorr".

"Lui è sempre stato a Casal di Principe in tutti questi anni di latitanza, l'arresto è sintomatico di forti legami col territorio che evidentemente sono saltati. Era un vecchio camorrista, non certo per anagrafe ma nel senso che aveva legami fortissimi con la vecchia camorra - ha concluso Cantone - ma era riuscito a riciclarsi nella nuova camorra dei colletti bianchi. Questo è un colpo importantissimo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto boss Iovine, il magistrato Cantone: "Saltate delle coperture"

NapoliToday è in caricamento