Cronaca

Allarme baby gang, Raffaele Cantone: "La paranza dei bambini è un dato reale"

"Non è una invenzione giornalistica", ha spiegato il presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione

Raffaele Cantone

"La paranza dei bambini non è una invenzione giornalistica, ma un dato reale". Così il presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, a proposito della vicenda baby gang a Napoli.

Cantone ha parlato a margine di un incontro sulla promozione della cultura della legalità tenutosi all'università L'Orientale. Il tema della criminalità minorile a Napoli, sottolinea il magistrato, "non si scopre oggi: abbiamo verificato in passato come persino all'interno dei clan della camorra ci fossero tantissimi ragazzini. Il problema vero è che su questi argomenti bisognerebbe cominciare a intervenire sul piano della prevenzione: la scuola e i momenti educativi devono fare la loro parte"

La vicenda di Arturo, il 17enne accoltellato da una baby gang

Albero dei desideri, la sfida delle baby gang alle autorità

Cantone ha toccato anche altri temi oltre quello della sicurezza a Napoli. A proposito dei magistrati candidati alle prossime elezioni ha spiegato: “Credo che i magistrati, come tutti i soggetti appartenenti a qualunque ordine professionale, abbiano la possibilità di scegliere se candidarsi e rispettare le regole". “Credo – ha proseguito – che sia un problema di cui il legislatore deve farsi carico soprattutto per stabilire come si torna dall'attività politica. È evidente che chi sceglie di fare politica poi, dal punto di vista dell'imparzialità soprattutto, ha qualche problema”.

In merito alle elezioni poi ha aggiunto: “Abbiamo un sistema che consente fino un certo punto la scelta degli eletti. Mi auguro che i partiti siano in grado di selezionare una classe dirigente onesta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme baby gang, Raffaele Cantone: "La paranza dei bambini è un dato reale"

NapoliToday è in caricamento