Racket di Natale: ottennero soldi senza nemmeno specificare il clan

Due arresti a Pomigliano d'Arco per due estorsioni ad imprenditori poco prima delle festività 2017

Mancano ancora due mesi al Natale ma c'è già chi si sta dando da fare nella sua “attività”. Si tratta degli estorsori dei clan che stanno già cominciando a bussare alle porte degli esercizi commerciali per ricordare la “rata” di Natale. I carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna hanno stretto le manette ai polsi a due uomini ritenuti responsabili del reato di estorsione aggravata dall'utilizzo del metodo mafioso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata firmata dal Gip del tribunale di Napoli. I fatti risalgono allo scorso dicembre quando i due andarono ad estorcere denaro da due imprenditori di Pomigliano d'Arco dicendo di appartenere ad un clan di cui non dissero nemmeno il nome. Tanto bastò per ottenere la cifra desiderata. Uno dei due era anche sottoposto al regime della semilibertà. A meno di un anno di distanza sono stati arrestati e condotti nel carcere di Secondigliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento