rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Raccolta porta a porta: altri 100mila napoletani serviti entro l'estate

Il vicesindaco Tommaso Sodano chiarisce: "Quando siamo partiti eravamo al 14 per cento, pertanto affermare che a Napoli non si fa la raccolta differenziata è un'ingiustizia anche nei confronti dei cittadini che si impegnano"

Prima dell'estate altri 100mila napoletani saranno serviti dal 'porta a porta'. A riferirlo il vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano a margine dell'inaugurazione di due nuove isole ecologiche. A oggi, secondo i dati diffusi, sono 300 mila i napoletani impegnati nel porta a porta. L'obiettivo è arrivare "prima dell'estate" a quota 400mila. I dati dicono che al 31 dicembre 2012, la media napoletana di differenziata è del 26,5 per cento, con alcuni quartieri in cui si arriva al 68 per cento.

"Quando siamo partiti - ha detto il vicesindaco - eravamo al 14 per cento, pertanto, affermare che a Napoli non si fa la raccolta differenziata è un'ingiustizia anche nei confronti dei cittadini che si impegnano". Il numero due di Palazzo San Giacomo, sottolineando che Napoli "é una citta 'complessa', ha ricordato la "pesante" eredità sul fronte dei rifiuti. Per quanto riguarda le isole ecologiche, Sodano ha evidenziato che in due anni di amministrazione de Magistris sono state aperte 4 isole ecologiche. Un lavoro fatto - ha dichiarato il vicesindaco - "con poche risorse, con tagli ai trasferiment i e con il blocco dei fondi europei".


Il Comune, come spiegato, continuerà a avorare "efficientando i servizi, abbattendo i costi e - ha aggiunto Sodano - abbiamo chiesto al commissario europeo Potocnik la possibilità di avere finanziamenti europei diretti, superando la logica dell'infrazione, perché ci vorremmo candidare per un impianto di compostaggio e impianto di selezione". (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta porta a porta: altri 100mila napoletani serviti entro l'estate

NapoliToday è in caricamento