rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Quartiere a luci rosse, Di Pietro contro De Magistris

A KlausCondicio: "Lo Stato non deve gestire la prostituzione ma fare in modo che non ci sia, non prendendosela con le prostitute ma con quei delinquenti che ne approfittano"

"Quartieri a luci rosse gestiti dai comuni? Lo Stato non deve gestire la prostituzione, deve darsi da fare per fare in modo che la prostituzione non ci sia, non prendendosela con le prostitute ma con quei magnacci e i delinquenti che ne approfittano . Da magistrato ho messo dentro moltissimi magnacci, ma mai una prostituta. Lo Stato non deve assolutamente lucrare sulla disperazione". Queste le parole di Antonio Di Pietro a KlausCondicio sull'ipotesi di creare una zona a luci rosse avanzata dal sindaco de Magistris.


"Io non sono mai andato con una prostituta. Trovo che le prostitute siano delle vittime che si prostituiscono per necessità, non delle approfittatrici - ha continuato Di Pietro - Non so esattamente che cosa voglia fare De Magistris ma so per certo che, rispetto a un fenomeno come quello della prostituzione, dovremmo lavorare per togliere dalla strada queste persone, dando a loro un'occasione di un lavoro migliore e non con le camionette della polizia. Dovremmo trovare un sistema per creare meno allarme sociale, meno disagio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere a luci rosse, Di Pietro contro De Magistris

NapoliToday è in caricamento