rotate-mobile
Cronaca

Diego Jr. sullo scomparso (per poche ore) quadro del papà: "Sono stato io a chiedere di toglierlo"

L'opera è stata donata a Largo Maradona dall'ex manager del Pibe Stefano Ceci, col quale gli eredi - tra cui appunto il figlio partenopeo - hanno aperto un contenzioso legale

Antonio Esposito, detto "Bostik", è il titolare della "Bodega de D10s" al Largo Maradona ai Quartieri Spagnoli. Ha rilasciato alcune dichiarazioni a "NapoliMagazine.com", facendo chiarezza sull'episodio che ieri ha riguardato il quadro col calco del piede di Maradona esposto sotto il celebre murale.

"Il quadro omaggiato da Ceci, raffigurante il piede sinistro in oro di Maradona, non è mai stato rubato – ha spiegato Bostik – Mio nipote, avendo un bel rapporto con Diego Jr. che è stato anche il suo allenatore fino ad un paio di mesi fa, su sua richiesta, ha tolto il quadro su sua richiesta".

"Quando mi sono affacciato ho notato che mancava e ho avvisato Ceci dell'accaduto. Dopo un paio di ore però sono venuto a sapere che il quadro era stato messo da mio nipote nell'apecar dopo essere stato rimosso da lui stesso. In seguito Ceci ha dato conferma della notizia di quanto avvenuto in radio, ma il quadro non è mai stato né rubato e né smarrito, è sempre stato al Largo Maradona".

È stato lo stesso Diego Jr. sul proprio profilo Instagram a spiegare com'era andata. "La notizia del furto del quadro non è vera, l'hanno tolto sotto mia richiesta e per questo li ringrazio pubblicamente", ha spiegato il figlio del Diez. Che da tempo ha un contenzioso legale aperto, insieme agli altri eredi di Maradona, con Stefano Ceci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diego Jr. sullo scomparso (per poche ore) quadro del papà: "Sono stato io a chiedere di toglierlo"

NapoliToday è in caricamento