rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
L'arresto / Caivano

“Possiamo apparare?”: così prova a corrompere gli agenti ma finisce in carcere

Un 65enne ha offerto 100 euro ai poliziotti della stradale per evitare una sanzione

Verso le ore 21.50 di martedì, gli agenti della Sottosezione Polstrada di Napoli Nord, sull’Autostrada A/1 nel territorio del Comune di Caivano, hanno proceduto al controllo di un autocarro Fiat Magirus con a bordo tre persone.  Durante le fasi del controllo il personale operante ha contestato al conducente una violazione del Codice della Strada in quanto i due passeggeri occupanti dell’autocarro non possedevano titolo per essere trasportati sul veicolo commerciale.

Il conducente, di 65 anni, non appena informato dagli agenti della violazione contestatagli e della sanzione accessoria della sospensione della carta di circolazione per un mese, rivolgendosi ai poliziotti proferiva le testuali parole: “Possiamo apparare?” appoggiando contestualmente nel vano cruscotto dell’autovettura di servizio la somma di 100 euro, suddivise in due banconote da 50.

Immediatamente i due operatori hanno proceduto all’arresto del predetto conducente per il reato di istigazione alla corruzione. Accompagnato in ufficio, ne è stato disposto l’accompagnamento in carcere presso la Casa Circondariale di Napoli -Poggioreale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Possiamo apparare?”: così prova a corrompere gli agenti ma finisce in carcere

NapoliToday è in caricamento