menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Protezione Civile di Mugnano: arrivano sito, App e pagina Facebook

Gli utenti potranno consultare tutte le news inerenti alla protezione civile di Mugnano e in generale della regione Campania. Il sindaco Sarnataro: "Importante strumento di sicurezza"

On line il sito della Protezione Civile di Mugnano. Già da ieri in rete è possibile collegarsi al sito www.mugnanosicura.it, dove gli utenti potranno consultare tutte le news inerenti alla protezione civile di Mugnano e in generale della regione Campania. Sul sito è stato pubblicato il piano di emergenza per il Comune, dove sono indicate in caso di calamità (terremoti, eruzioni vulcaniche cosi via) le aree di emergenza, gli edifici strategici, le aree di influenza e quelle di aggregazione. In un’apposita sezione del sito viene spiegato inoltre cosa si deve fare in caso di terremoto, frane, alluvioni, incidenti industriali, blackout, crisi idrica.

“Mi auguro che il sito venga utilizzato da tutti i cittadini che navigano in rete – spiega il vicesindaco Francesco Palma  – Si tratta di un importante strumento per i cittadini, quindi è fondamentale che se ne faccia un utilizzo attivo”. Tutte le informazioni possono essere trovate anche sull'apposita pagina Facebook “Protezione Civile Mugnano di Napoli”. “Entro la fine di aprile sarà disponibile anche l'app gratuita MugnanoSicura negli store Apple e Android – spiega il sindaco Luigi Sarnataro – Con il sito abbiamo dato ai cittadini un importante strumento per la loro sicurezza. Il portale è infatti completo di tutte le informazioni necessarie non solo in caso di calamità estreme, ma anche in caso di maltempo e forti piogge, sempre più frequenti negli ultimi anni, o di incidenti medio- gravi come gli incendi domestici. In qualità di sindaco è mio dovere tutelare la sicurezza dei cittadini ed è fondamentale che il maggior numero di persone sappia cosa fare in caso di emergenza”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento