menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giugliano come Terzigno: i manifestanti bloccano gli autocompattatori

La protesta contro le discariche ha ora un nuovo epicentro, ovvero la discarica di Taverna del Re dove per un'ordinanza della provincia di Napoli verranno sversati 10 mila tonnellate di spazzatura non trattata

Da Terzigno a Giugliano. La protesta contro le discariche ha ora un nuovo epicentro, ovvero la discarica di Taverna del Re dove per un'ordinanza della provincia di Napoli verranno sversati 10 mila tonnellate di spazzatura non trattata.

I manifestanti stanno provando a bloccare l'autocolonna di autocompattatori diretti alla discarica. I carabinieri stanno tentando di sgomberare la strada per permettere il passaggio dei camion usciti dal sito di stoccaggio delle ecoballe.

I manifestanti contestano l'ordinanza con la quale si dispone il deposito di altre 10 mila tonnellate di spazzatura all'interno di un'area che già contiene sei milioni di tonnellate di rifiuti imbustate.

Tutti gli aggiornamenti

Mercoledì 3 Novembre

Ore 14,30: Proseguono gli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine. Alcuni manifestanti, al passaggio di una colonna di autocompattatori, hanno tentato di bloccare i mezzi. Le forze dell'ordine hanno effettuato una operazione di contenimento. Da quanto si apprende, un funzionario di polizia é rimasto ferito. Molto probabilmente è stato raggiunto dal lancio di una pietra. Si segnala anche il malessere di uno dei leader della protesta, Tammaro Iavarone, noto a tutti con il nome di 'Tammariello'. L'uomo è stato soccorso da alcuni sanitari e le sue condizioni non destano preoccupazioni. Intanto alcuni manifestanti hanno posizionato lungo la strada che conduce al sito di stoccaggio rami d'albero e vecchi copertoni d'auto per rallentare la corsa degli autocompattatori. E aumenta anche la presenza di manifestanti in zona. Con gli studenti delle scuole cittadine, ma anche degli altri comuni del circondario, è giunta anche una delegazione di mamme del centro storico.

Martedì 2 Novembre

Ore 21,00: Lungo le strade del centro di Giugliano, un corteo di oltre cinquemila persone ha sfilato per chidere il rispetto del protocollo siglato due anni fa tra il sottosegretario Bertolaso e il sindaco Giovanni Pianese, col quale si sanciva che il sito di Taverna del Re non avrebbe mai più riaperto, anche perché situato in una delle aree più inquinante della provincia di Napoli.

Ore 12,30: Nuovi scontri tra manifestanti e forze dell'ordine a Taverna del Re. Le forze dell'ordine stanno stringendo i manifestanti lungo le cunette laterali della strada. Alcuni si sono addirittura piazzati davanti ai mezzi dei carabinieri. I manifestanti hanno al momento bloccato una lunga colonna di automezzi diretti al sito di stoccaggio. Alcuni si sono aggrappati ai camion mentre carabinieri e polizia tentano di riportarli a terra. Un uomo è caduto battendo la testa a terra. Le forze dell'ordine stanno effettuando una operazione di alleggerimento per consentire il passaggio dei mezzi diretti al sito di stoccaggio. Dinanzi ai camion ci sono soprattutto donne e giovani manifestanti che chiedono che gli autocompattatori tornino indietro. I mezzi del servizio di raccolta urbana sono scortati da un ingente schieramento di forze dell'ordine.

Ore 7.00: Due autisti dell'Asia stati aggrediti e picchiati a Giugliano. Lo conferma il presidente dell'Asia, Claudio Cicatiello. L'episodio è avvenuto lungo via Santa Maria a Cubito, nei pressi del mercato ortofrutticolo generale dove i camion si fermano prima di entrare a Cava Giuliani per la cosiddetta 'pesa'. Di seguito, poi, i mezzi sarebbero dovuti andare a Taverna del Re. Atti di intemperanza anche nei confronti di altri due mezzi che avevano già scaricato l'immondizia al sito di stoccaggio.


Lunedi 1 Novembre

Ore 11.15: Un uomo sarebbe rimasto ferito nel corso degli scontri avvenuti a Taverna del Re tra polizia e i manifestanti. Secondo quanto raccontano alcuni testimoni, l'uomo era a mani alzate e stava procedendo lentamente, quando è stato raggiunto da un poliziotto che gli ha sferrato un colpo al viso

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento