Eav riduce drasticamente le corse, pendolari e sindacati insorgono

Una petizione contro l'azienda, scioperi in vista. Le conseguenze della decisione della holding

Cumana

A causa dell'emergenza Covid-19, l'Ente Autonomo Volturno ha tagliato il 40 percento dei treni dal prossimo 23 novembre. Scatenando una dura protesta. Enzo Ciniglio, promotore di un comitato di pendolari, ha avviato una petizione su change.org per chiedere la revoca del provvedimento della holding regionale dei trasporti.

Le molte facce della protesta

I mancati introiti dei biglietti, spiegano dal comitato dei pendolari, non può giustificare "il taglio di un servizio pubblico, anche perché il costo dello stesso è coperto dalle risorse regionali del contratto di servizio". Secondo i comitati il problema è anche la mancanza di un interlocutore nelle istituzioni regionali.

Ma sono contro il provvedimento anche il sindacato Orsa – pronto a chiedere le dimissioni della dirigenza della società – e Iskra (laboratorio politico dell'area flegrea) che sottolinea come "Cumana e Circumflegrea sono servizi fondamentali per il nostro territorio", oltre che i tantissimi utenti dei gruppi social dedicati ai mezzi Eav.

Lo sciopero

Intanto l'Usb ha stabilito per mercoledì prossimo 25 novembre uno sciopero che paralizzerà Cumana e Circumflegea a partire dalle 9 per quattro ore.

Nappi (Lega): "No scaricabarile su utenti e lavoratori"

Gli ulteriori tagli al servizio di trasporto regionale annunciati da Eav sono inaccettabili. Ancora di più, lo è il tentativo di scaricare sui lavoratori e sulla pandemia una gestione sempre più caotica e opaca. I 600 milioni ricevuti dal governo, che dovevano servire per risanare e rilanciare il tpl, sono evidentemente finiti in un pozzo nero. E ora, per nascondere come stanno davvero le cose, De Luca e i suoi non esitano a negare agli utenti, a partire dai pendolari, il sacrosanto diritto alla mobilità. Per questo motivo, presenterò un'interrogazione urgente per verificare la situazione contabile Eav e per accertare se ci sono sprechi e privilegi. Così, tra i tanti falsi miracoli annunciati da De Luca, potremo archiviare anche quello sui trasporti". Lo scrive in un nota Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, quali sono i sintomi spia e cosa tenere in casa: risponde il medico di base

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento