Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mercatali contro la Regione: "Ci costringe ad andare a rubare"

Nuovo blocco stradale dei venditori ambulanti: "Non vogliono riceverci, ma pretendiamo risposte: o riapriamo i mercati o ci date i ristori"

 

Lo avevano promesso, lo hanno fatto. Già venerdì 12 marzo, i venditori ambulanti avevano annunciato che, senza un incontro con l'assessore regionale al Lavoro Marchiello sarebbero tornati in piazza. L'incontro non c'è stato e i mercatali hanno bloccato nuovamente il traffico. 

Gli operatori dei mercatini rionali sono fermi dopo un'ordinanza di Vincenzo De Luca che li obbliga alla chiusura in zona rossa. La richiesta è sempre la stessa: tornare a lavorare oppure ricevere ristori. In centinaia, provenienti da tutta la Campania, si sono dati appuntamento all'esterno della Regione Campania per chiedere di essere ricevuti. Come accaduto qualche giorno fa, nessuno ha voluto accogliere a Palazzo Santa Lucia una delegazione e così, i manifestanti si sono riversati in strada. 

In un primo momento, hanno bloccato la circolazione in via Santa Lucia. Dopo poco, si sono spostati sul Lungomare e hanno proceduto lentamente fino all'incrocio con via Cesario Console. Hanno atteso un'ora circa notizie dalla Regione. Quando hanno capito che non ci sarebbero state novità, hanno proseguito il corteo, paralizzando il traffico di via Acton, piazza Municipio, via Medina, piazza Borsa. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento