rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

Terremoti e paura, a Pozzuoli sale la tensione: i residenti bloccano il lungomare | VIDEO

Automobilisti arrabbiati, agenti della municipale in difficoltà e tanta rabbia: clima difficile nella cittadina flegrea per l'intensificarsi del bradisismo

"Ci aiutiamo l'uno con l'altro e continuiamo a sostenerci come una grande famiglia. Ma siamo abbandonati dalle istituzioni". Pozzuoli è in piazza, per paura e per protesta. L'intensificarsi dell'attività bradisismica degli ultimi giorni sta esasperando la cittadinanza. Sul lungomare Pertini, dove la protezione civile ha installato alcune tende dopo la forte scossa di lunedì sera, numerosi residenti hanno inscenato un blocca stradale.

L'accusa a governo, regione, comune, è di non provvedere ai bisogni essenziali di chi ha paura. La richiesta è un numero maggiore di tende, la possibilità di installare un vero e proprio campo sgomberati. Anche per chi a casa potrebbe restarci, ma ha troppa paura per farlo e nessun posto dove andare.

"Ci hanno lasciati da soli", spiegano le persone presenti che vogliono parlare. "Abbiamo palazzi senza ascensore, la gente ha paura, ci sono cardiopatici e anziani disabili. Devono assisterci, darci la possibilità di dormire in strada se è il caso di farlo. Come possiamo scappare dalle nostre case se le scale sono crepate, non ci sono ascensori, e non abbiamo dove andare?". 

La polizia municipale da un lato vuole tenere a bada la protesta (anche perché dall'altra parte il traffico dell'intera area flegrea ne viene pesantemente congestionato), dall'altro confortare i presenti. È difficile, ed è evidente anche che qualcosa non stia funzionando nel rapporto tra le autorità preposte alla sicurezza e la popolazione.

Pozzuoli, poche tende per chi teme il terremoto: la protesta (foto L.Paillard)

Le parole del ministro Musumeci

Difficile i cittadini scesi in piazza possano lasciarsi tranquillizzare da quanto dichiarato dal ministro Musumeci al termine del vertice interministeriale sui Campi Flegrei che si è tenuto a Palazzo Chigi. "Abbiamo la necessità di dire alle persone che chi ha scelto di vivere in quell'area sapeva di vivere su un'area complessa difficile, che presenta alcuni rischi - ha detto - Non abbiamo la netta percezione dell'entità del rischio e della sua evoluzione, ce ne ricordiamo solo quando la terra trema. Questo è un grande errore e un grande limite".

Le dichiarazioni integrali di Musumeci

Video popolari

NapoliToday è in caricamento