Caos taxi al Beverello: "Caccia selvaggia al cliente e crociere negate"

La denuncia del sindacato Orsa: "Lo spazio che ci ha dato il Comune non permette nessun tipo di ordine. Le compagnie di navigazione fanno uscire i turisti solo con mezzi con cui hanno già accordi"

Tassisti sul piede di guerra al Molo Beverello. Il sindacato Orsa taxi denuncia che da tempo le condizioni lavorative degli operatori stanno peggiorando progressivamente. Lo stallo dei mezzi e il rapporto con le compagnie crocieristiche sono al centro della protesta.

"Con i lavori eterni della metropolitana ci hanno spostato in un'altra area del Molo - spiega Rosario Gallucci di Orsa - Per come siamo sistemati non riusciamo a garnatire l'ordine delle corse, anche perché i turisti che arrivano non hanno un percorso da seguire, ma si sparpagliano in ogni direzione. Ciò porta a battibbecchi tra tassisti per il rispetto del turno e anche a una caccia al cliente che mette a disagio le persone". 

Il secondo tema è ancora più spinoso, perché tocca direttamente le tasche dei tassisti: "E' venuta meno la principale fonte di reddito di chi opera nel Porto: i crocieristi. Molte compagnie impongono ai loro clienti la sigla di contratti che prevedono la possibilità i spostarsi solo con mezzi con cui sono stati già presi accordi, magari con la guida che li conduce in negozi di loro gradimento. La motivazione ufficiale è che tutto viene fatto per fronteggiare la pandemia, ma nessuno garantisce dal contagio i turisti che entrano in un negozio". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Caos taxi al Beverello: "Caccia selvaggia al cliente e crociere negate"

NapoliToday è in caricamento