menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescatori in rivolta: le proteste arrivano alla Regione

Le richieste: l'abolizione dell'aumento del 21% dell'Iva sul carburante e della licenza a punti. "Esistiamo anche noi, e se il nostro lavoro si ferma, si ferma una delle risorse più importanti della società"

Già da giorni i pescatori hanno consegnato i libretti di navigazione alle capitanerie di porto ed hanno iniziato a protestare. Come si legge in un articolo di Diego Penna sul Mattino, ieri mattina gli operatori del comparto ittico hanno ufficialmente sospeso le attività in mare per ribellarsi all’introduzione dell’aliquota Iva al 21% sul carburante e per chiedere le deroghe ai nuovi vincoli europei che regolamentano il settore. 

"Per la prima volta in tanti anni - dice Giulio Olivieri, presidente campano dell’associazione marinerie d’Italia - iniziamo ad essere uniti per protestare contro chi sottovaluta e ostacola il lavoro del pescatore".

I pescatori, partendo dai vari porti della Campania, si sono uniti ai trasportatori nel blocco autostradale al casello di Caserta per protestare insieme contro un sistema sbagliato che penalizza il lavoro di migliaia di persone. Questo è stato solo il primo passo della rivolta che oggi è arrivata a far sentire la sua voce davanti alla Regione.

Muniti di lunghi striscioni, i pescatori giunti al Centro Direzionale hanno ricordato l'importanza del loro mestiere per l'intera popolazione. "L'Europa sta affondando la paranza", "la licenza a punti uccide i pescatori","il governo a Monti il mare ai pescatori". Sono queste alcune delle frasi scritte in nero e in rosso su teli bianchi che risuonano beffarde e colpiscono non solo chi nella pesca ci lavora da anni.

"Esistiamo anche noi" dicono i pescatori. "La regione sembra dimenticarsene eppure se il nostro lavoro si ferma, si ferma una delle risorse più importanti della società. E se si ferma la nostra pesca, bloccheremo anche l'importazione del pescato estero".

Una vera e propria minaccia per la produzione che pesa sulle spalle di tantissimi pescatori che devono fare i conti con leggi nuove malsopportate.  "Con l'aumento dell'iva al 21 % non possiamo più permetterci di pagare i marinai. Il caro gasolio distrugge tutti i sacrifici che abbiamo fatto fin'ora. E se a questo si aggiunge la licenza a punti, con la possibile perdita della licenza tanto sofferta, si capisce che la situazione per noi pescatori è a dir poco disastrosa".

"Le infrazioni che avvengono in mare sono molto diverse rispetto a quelle fatte per esempio dagli automobilisti, alcune di queste sono davvero minime. E noi rischiamo spesso e volentieri di perdere punti senza aver alcuna colpa se non quella di cercare di fare bene il nostro lavoro" concludono alcuni dei pescatori presenti alla dimostrazione.

Le recenti iniziative di protesta dei pescatori campani contro il caro-gasolio e le normative europee che stanno mettendo in ginocchio il settore ittico impongono un rilancio per affrontare la grave crisi degli operatori della pesca. E una prima risposta arriva proprio da Palazzo Santa Lucia, con Vito Amendolara, consigliere per l’Agricoltura del governatore Caldoro, che ha convocato i rappresentanti regionali del settore.  "Nel corso dell’incontro definiremo un calendario di interventi sul territorio per illustrare ai pescatori l’emanazione dei nuovi bandi del Fep. Faremo tutto il possibile per favolire un rilancio complessivo per la pesca".

 "La situazione richiede un immediato confronto con le organizzazioni della marineria campana - ha fatto sapere il presidente della Commissione regionale Agricoltura Pietro Foglia - la Commissione convocherà un'audizione con tutti i soggetti del mondo pesca soprattutto perchè ci saranno nuovi bandi regionali Fep che necessitano una analisi concreta. Per quanto riguarda le norme che limitano la pesca oltre un miglio mezzo dalla costa, prenderò personalmente contatti con il ministero e con i presidenti delle commissioni Agricoltura di Camera e Senato".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento