menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turni pomeridiani per gli alunni, genitori della Madonna Assunta in corteo

Protestano i genitori dell'istituto bagnolese contro la decisione della dirigente scolastica. La nota della X Municipalità: "Solidarietà alla comunità scolastica"

Ritorno a scuola tra le proteste a Bagnoli. La dirigente scolastica della Madonna Assunta, a causa di un problema legato alla scala antincendio, ha deciso di istituire dei turni pomeridiani. Contrariati i genitori, i quali hanno oggi dato vita ad un corteo fino alla sede della X Municipalità. Circa una settantina le famiglie che hanno definito "assurdi e incomprensibili" gli orari stabiliti.

La Municipalità guidata da Diego Civitillo ha accolto i manifestanti e raccolto le loro istanze.
"In una situazione complessa come quella che tutti noi viviamo da oltre un anno, l'assenza di dialogo con la dirigenza ha prodotto e sta producendo tensioni continue – spiega la Municipalità di via Acate – Non ultime le dichiarazioni mezzo stampa apparse su Repubblica in data 6/04/2021 nelle quali la DS lamenta la non concessione da parte dell'amministrazione di strutture alternative ed in particolare dell'Istituto Alberghiero G. Rossini o dell'Area ex Nato".

"Una richiesta – sostiene ancora la Municipalità – scorretta da più punti di vista. Scorretta nei confronti dei colleghi dirigenti scolastici che vivono analoghe difficoltà e che non richiedono spazi scuola ulteriori, ben consapevoli che non esistono plessi vuoti e disponibili ad horas. Una richiesta scorretta nei confronti della dirigenza scolastica dell'Istituto Alberghiero G.Rossini che, al pari di tutte le altre scuole, deve confrontarsi con le difficoltà gestionali prodotte dal Covid-19. Una richiesta scorretta nei confronti della Fondazione Campania Welfere, proprietaria del complesso ex Nato e che non ha ricevuto richieste in tal senso".

"Contrariamente a quanto dichiarato dalla DS – va avanti la giunta della X Municipalità – sia la municipalità nelle sue componenti amministrative, tecniche e politiche, che realtà territoriali della X Municipalità hanno sempre offerto massima disponibilità a tutte le realtà scolastiche del territorio. Giova ricordare che sono in corso lavori per migliorare ed ampliare l'offerta dell'IC Madonna Assunta in termini di sicurezza così come sono stati già realizzati lavori di ampliamento di alcune aule per consentire maggiori spazi didattici. Abbiamo proposto, a seguito di richiesta della DS, la possibilità di intraprendere attività di didattiche alternative presso Villa Medusa in accordo con i servizi competenti del Comune di Napoli e la comunità che vive la struttura. Non abbiamo in tal senso mai ricevuto alcuna progettualità didattica da intraprendere presso la struttura. Abbiamo ricevuto la disponibilità della Fondazione Campania Welfere per alcuni spazi idonei ad ospitare attività didattiche e sociali, pur non avendo mai la Fondazione ricevuto richieste formali dalla Dirigenza né proposte progettuali. Né l'amministrazione municipale, né quella comunale possono infatti sostituirsi al Dirigente Scolastico nell'esercizio delle proprie funzioni, nella produzione di idonea progettualità didattica e nel rapporto con la comunità e con gli organi d'istituto democraticamente eletti".

"Quanto avvenuto oggi – conclude la Municipalità – è anomalo e grave, non è infatti prassi che un'intera comunità scolastica debba recarsi presso una sede istituzionale lamentando l'assenza di confronto all'interno degli organi di Istituto, soprattutto in un periodo complesso come quello che tutti noi stiamo affrontando. Nell'esprimere la nostra massima solidarietà nei confronti della comunità scolastica restiamo a disposizione per qualsiasi forma di collaborazione nell'interesse dei bambini e delle bambine che in questi mesi sono stati privati del diritto a vivere pienamente la scuola come istituzione culturale e sociale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento