rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021

I disoccupati a Manfredi: "Ora rispetti gli impegni presi in campagna elettorale"

Corteo del Movimento 7 novembre che prima blocca il traffico in piazza Carità e poi si presenta all'esterno del Comune di Napoli: "Il sindaco sia coerente con quanto ci ha detto quando ci ha incontrati". Il 5 novembre convocato tavolo in Prefettura col ministro Orlando

Lavoro, caro-bollette e rispetto degli impegni presi in campagna elettorale. I disoccupati del Movimento 7 novembre 'battezzano' il nuovo sindaco di Napoli Gaetano Manfredi con la prima manifestazione davanti a Palazzo San Giacomo. Circa 150 persone si sono mosse in corteo da piazza Dante, bloccando il traffico del centro fino con un sit- in in piazza Carità. 

Poi, i disoccupati si sono spostati, sempre in corteo, presso la sede del Comune di Napoli. A muoverli sia temi generali, come la dilagante disoccupazione in città, che particolari, come l'aumento delle utenze e la rivendicazione dell'attività di pulizia del litorale messa in pratica nell'estate appena passata. "Siamo stanchi di tavoli interlocutori - afferma Eddy Sorge, portavoce del Movimento 7 novembre - Il 5 novembre ci sarà un incontro in Prefettura con il ministro del Lavoro Orlando e vogliamo impegni precisi anche da Regione e Comune di Napoli. Il lavoro in questa città c'è, ma le partecipate come Asia, invece di attingere tra i disoccupati continuano a prendere lavoratori dalle agenzie interinali per pochi soldi". 

In campagna elettorale, Manfredi ha incontrato i disoccupati in diverse occasioni. Oggi, invece, non ha voluto ascoltare la delegazione dei manifestanti: "Vorremmo incontrare il sindaco - prosegue Sorge - non solo per ribadire la sua presenza al tavolo del 5 novembre, ma anche per chiedergli di essere coerente con gli impegni presi prima della sua elezione".  

Sullo stesso argomento

Video popolari

I disoccupati a Manfredi: "Ora rispetti gli impegni presi in campagna elettorale"

NapoliToday è in caricamento