Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Disoccupati in protesta: "O rispettano i patti o blocchiamo i concerti in città"

Il Movimento 7 novembre attacca Prefettura, Regione e Comune: "Il piano lavoro è sul tavolo da anni ma non viene applicato. Siamo stanchi. I soldi e i progetti ci sono"

 

Mattinata di protesta davanti al Comune di Napoli. I disoccupati del Movimento 7 novembre hanno organizzato un sit in di protesta per il rispetto dei patti stipulati negli anni ai tavoli di confronto: "Il piano c'è da anni - afferma Eddy Sorge, portavoce del Movimento - I soldi ci sono, i progetti anche. A questo punto, dobbiamo pensare che manchi la volontà di realizzar questo percorso professionale per centinaia di persone. Eppure, sono tante le criticità che Napoli vive e noi potremmo dare una mano: le strade crollano alle prime piogge, musei ed edifici storici sono fatiscenti, le scuola hanno bisogno di personale per riaprire, per non parlare dei progetti di rilancio di Bagnoli e del centro storico. Prefettura, Regione, Città metropolitana e Comune potrebbero avviare tutto in due minuti e invece giocano allo scaricabarile. Se non avremo risposte, vorrà dire che saliremo sui palchi dei concerti che ci sono in città per spiegare che il racconto che viene propinato della città è solo finzione". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento