rotate-mobile
Cronaca Giugliano in campania

Giugliano, il sindaco alle prostitute: "Basta abiti succinti, troppi incidenti"

Ordinanza del primo cittadino Pianese "affinché non aumenti la prostituzione, ma anche per tutelare l'incolumità dei residenti e di chi percorre le strade dove viene esercitata l'attività di meretricio"

L'ordinanza del sindaco di Giugliano, Giovanni Pianese, non lascia spazio a dubbi. Oltre all’attività di adescamento e contrattazione del prezzo della prestazione sessuale, scatta il divieto in tutto il territorio comunale di indossare vestiti provocanti. Singolare la motivazione che sta alla base del provvedimento. Oltre alla questione morale, spiega Antonio Mangione dalle pagine de Le Cronache di Napoli, c'è infatti il problema di sicurezza per gli automobilisti che percorrono le strade dove le prostitutte lavorano. Basta agli abiti troppo sexy in strada “per tutela del decoro e della decenza, ma anche per evitare incidenti stradali”, si legge nell’ordinanza firmata dal primo cittadino e inoltrata a polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili urbani.


Pianese ha deciso di emanare il provvedimento “affinché non aumenti la prostituzione, ma anche per tutelare l’incolumità dei residenti e di chi percorre le strade dove viene esercitata l’attività di meretricio”. Dagli esposti che sono arrivati, sototlina il primo cittadino, "è chiaro come la domanda di prestazioni sessuali arrivi da coloro che sono alla guida di auto e moto su strade pubbliche e questo tipo di comportamenti, oltre a violare la moralità pubblica e il senso del pudore, comportano effetti negativi anche sulla viabilità”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giugliano, il sindaco alle prostitute: "Basta abiti succinti, troppi incidenti"

NapoliToday è in caricamento