rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca

San Giovanni Bosco, accoltellato viene salvato nel Pronto Soccorso chiuso

Nei giorni scorsi una donna era stata salvata, invece, dopo un malore in strada nel Pronto Soccorso chiuso del Loreto Mare

Due casi in pochi giorni di persone soccorse e salvate in ospedali con Pronto Soccorso chiusi. Ieri sera un accoltellato è stato curato nel ps del San Giovanni Bosco e nei giorni scorsi una donna, che ha accusato un malore in auto, è stata salvata al Loreto mare.

“Finalmente, nonostante i Pronto Soccorso chiusi in giro per tutta la Campania, il San Giovanni Bosco apre le porte ad un ragazzo accoltellato salvandogli la vita, seguendo quindi l’esempio del Loreto Mare sempre con ps chiuso, in pieno centro cittadino, che è riuscito a salvare la vita ad una donna infartuata – dichiara il consigliere Muscarà –. Ricordiamo che il San Giovanni Bosco è lo stesso ospedale che aveva visto morire la donna di 53 anni, come ho ricordato al Question time proprio di questa settimana, fuori la propria struttura in attesa di soccorsi esterni, arrivati troppo tardi. Rimane quindi il dubbio di come sia stata abbandonata a sé stessa la signora, in quanto la risposta all’interrogazione che ho ricevuto dall’assessore non è stata chiara, non si capisce se è stata avviata un’indagine".

"Obbligo di riaprirli"

"Finalmente in queste due occasioni, abbiamo visto i medici svolgere il loro lavoro e rispettare, come ricorda sui social “Nessuno tocchi Ippocrate” il loro giuramento di salvare vite, nonostante le scelte aziendali e politiche ingiuste ed insensate, come i pronto soccorso chiusi. Il Governatore ha l’obbligo di riaprire i PS cittadini, altrimenti avrà sulla coscienza ogni singola vittima che perderà la vita fuori quelle strutture chiuse!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni Bosco, accoltellato viene salvato nel Pronto Soccorso chiuso

NapoliToday è in caricamento