menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Processo Risiko, il boss "Cuniello 'e Capass" condannato a 27 anni

Altre quattro persone condannate insieme al boss Crimaldi. Le indagini riguardano le attività malavitose nell'acerrano del periodo tra il 2006 ed il 2008

Si è concluso il processo "Risiko", arrivato al terzo grado di giudizio. Gli imputati che avevano scelto di essere giudicati con rito ordinario – cinque, tra i quali "Cuniello 'e Capass", il boss Cuono Crimaldi – si sono visti confermate le pene, così come le parti civili hanno visto confermato il loro "quantum". Inutili i 4mila euro spesi dal comune di Acerra per costituirsi parte civile, dato che i risarcimenti erano già stati sentenziati.

Il boss dovrà scontare 27 anni di reclusione. I giudici in Appello avevano condannato anche Francesco Di Lorenzo, nipote di Crimaldi, e con lui Gennaro Castiello ("Gennaro 'o cantante"), e Maria Giovanna D'Iorio. Le accuse, a vario titolo, erano di associazione a delinquere, associazione a delinquere di stampo camorristico, ricettazione ed estorsione.

Risiko risale a settembre 2010. Nell'occasione delle indagini vennero arrestate 43 persone. Il processo era incentrato sulle dinamiche di camorra dell'area di Acerra tra il 2006 ed il 2008, all'indomani della morte di Ciro De Falco ('"O ciomm"), secondo gli inquirenti una sorta di spartiacque nella vita malavitosa del posto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Attualità

Anm, sciopero del personale di 24 ore l'8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento