rotate-mobile
Cronaca

Caso Fortuna, la madre in aula: "Duro guardare chi l'ha uccisa"

Così Domenica Guardato, all'uscita dall'aula di tribunale, ai microfoni di SkyTg24. "Dice di non essere stato lui? Secondo le prove della Procura è stato lui"

È duro guardare chi ha ucciso mia figlia". Così Domenica Guardato, la madre di Fortuna Loffredo, ai microfoni di SkyTg24.

La donna era presente all'udienza del processo sull'omicidio della bambina di sei anni, caduta dall'ottavo piano del palazzo in cui abitava - nel Parco Verde di Caivano, il 24 giugno del 2014.

Il processo è a carico di Raimondo "Titò" Caputo, presunto assassino e stupratore della bambina, e della sua convivente del tempo Marianna Fabozzi. "Dice di non essere stato lui? - ha aggiunto Mimma Guardato - Secondo le prove della Procura è stato lui".

Quattro persone oggi, a sorpresa, sono state ascoltate dal giudice. Si tratta di nuovi testimoni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Fortuna, la madre in aula: "Duro guardare chi l'ha uccisa"

NapoliToday è in caricamento