Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Porto / Piazza Municipio

Trasporto pubblico: giovedì presidio a Palazzo San Giacomo contro i disservizi

Ancora mobilitazione cittadina per protestare contro tagli di corse e soppressione di linee dell'ANM. Dopo l'assemblea di sabato, prossima tappa il 27 settembre alle 15 sotto la sede della giunta comunale

Ancora mobilitazione cittadina contro i disservizi del trasporto pubblico locale causato da tagli di corse e soppressione di autobus. A risentirne particolarmente sono periferia e provincia, zone in cui i residenti lamentano una eccessiva difficoltà nel collegamento con il centro della città.

Lo scorso sabato si è svolta presso lo stazionamento ANM del Cardarelli un'assemblea pubblica (promossa dalla Rete Commons, dal Laboratorio Occupato Insurgencia e dal D.A.D.A.) per discutere della situazione e nel corso dell'incontro i partecipanti hanno stabilito che il prossimo passo sarà un presidio da tenersi giovedì 27 settembre sotto la sede della giunta comunale a Palazzo San Giacomo (ore 15).

"Da alcune settimane cittadini, comitati e movimenti - si legge sul sito di Insurgencia - si stanno mobilitando contro i disservizi sui trasporti dell’ANM nella zona nord e nella zona collinare di Napoli. Soppressioni di intere linee, taglio delle corse ed ora anche il pericolo dello spostamento del deposito del Garittone dalla zona nord al quartiere di Poggioreale che provocherebbe ulteriori ritardi sulle linee.

Per questo prima con dei blitz sugli autobus con striscioni e volantini, poi con una assemblea pubblica che si è tenuta presso lo stazionamento dell’ospedale Cardarelli abbiamo deciso di mobilitarci nella campagna “ALL’ANM DO SERVIZIO”.

L’amministrazione comunale continua a istituire nuove ZTL, iniziativa che sosteniamo e che migliora senza dubbio la qualità della vita del centro della città. Ma i tagli ai trasporti e la crisi delle aziende di trasporto, ANM innanzitutto, impediscono ad una fetta importante della città di poter vivere il suo centro relagandoci a ruolo di periferia dimenticata e tagliata fuori dal resto della città.

La partecipata assemblea pubblica che si è tenuta sabato 22 settembre ha deciso di convocare un presidio di protesta sotto la sede della giunta comunale per richiedere risposte immediate sui tre punti principali della nostra lotta : ripristino delle linee soppresse nell’area nord-collinare come la C39 e riequilibrio delle corse tagliata sempre nella stessa zona (161,162,163,165,114,C62, C41, ecc.), manteniento del deposito del Garittone presso l’attuale sede e trasparenza sullo stato reale dei conti del ANM".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico: giovedì presidio a Palazzo San Giacomo contro i disservizi

NapoliToday è in caricamento