menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Presidio (Foto Bancarotta Bagnoli)

Presidio (Foto Bancarotta Bagnoli)

Disastro ambientale, presidio di attivisti negli uffici di Bagnoli Futura

Un sequestro popolare "per manifesta malagestione. Simbolicamente sono stati apposti dei sigilli agli spazi amministrativi come il giudice ha dovuto apporre alle aree inquinate"

Una cinquantina di cittadini di Bagnoli, attivisti del laboratorio Bancarotta, comitato per la bonifica, stanno effettuando un presidio all'interno degli uffici di Bagnoli Futura in via Diocleziano, "per contestare le gravi responsabilità nella mancata bonifica del quartiere e nel disastro ambientale provocato".

"Un sequestro popolare degli uffici", lo definiscono "per manifesta malagestione. Simbolicamente sono stati apposti dei sigilli agli spazi amministrativi come il giudice ha dovuto apporre alle aree inquinate", rendono noto gli attivisti che stanno "costruendo a Bagnoli un osservatorio attivo per ottenere finalmente una vera bonifica pubblica del territorio che tuteli la salute del quartiere". "Dopo anni di inganni, speculazione e gravi disastri che erano ormai alla luce del sole non ci fidiamo più di nessuno, solo il controllo popolare e il protagonismo della gente può garantire un futuro a Bagnoli", spiega Luca, del laboratorio Bancarotta. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Attualità

Concorsone Sud 2800 posti: le date della prova scritta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento