Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Il prefetto: "Incontrerò don Maurizio", la pace è vicina

In rete un video in cui il prefetto rimproverava il sacerdote per aver mancato di rispetto il prefetto di Caserta, Carmela Pagano, chiamandola semplicemente "signora". Tutte le polemiche

Don Maurizio

Pace in vista tra il prefetto di Napoli, Andrea De Martino, e il parroco di Caivano, don Maurizio Patriciello, protagonisti del video che ha fatto il giro sul web in cui - durante una riunione sull' emergenza dei roghi tossici di rifiuti - si vede il rappresentante del governo rimproverare duramente il sacerdote per aver chiamato più volte 'signora' il prefetto di Caserta, Carmela Pagano.

Don Patriciello ha spiegato di aver scritto a De Martino "per dirgli che sono dispiaciuto per quanto accaduto. Io sono un prete, sono abituato a lavorare ed ad obbedire. Ho ribadito e ribadisco che non voleva arrecare un'offesa e per questo mi sono tenuto il rimprovero anche se lo ritengo ingiusto. Ma io ero in quella sede, senza spirito polemico, solo per rappresentare una situazione di disagio". Il prefetto, subito dopo aver saputo della lettera, si è subito detto pronto a incontrare il sacerdote "per confrontarsi, al di la delle polemiche, sul lavoro svolto insieme da tutti, sugli obiettivi comuni che sono gli stessi che il parroco evoca nella lettera".

De Martino, si è appreso da fonti della prefettura, vuole incontrare don Patriciello perché intende chiarire "che non aveva alcun proposito di impedirgli di parlare tant' è che era stato lui stesso a volere fortemente estendere il tavolo sulla lotta ai roghi alla partecipazione dei comitati dei cittadini e di Don Patriciello ben conoscendo l' importante contributo che avrebbero potuto dare". Il sacerdote concorda: "Anche io sono pronto ad incontrare il prefetto e a stringergli la mano. Mi dispiace per tanto clamore. Ora bisognerà continuare a lavorare insieme, come finora fatto". La volontà di chiudere il caso manifestata dal prefetto e dal parroco di Caivano mette fine anche alle polemiche.


In difesa di don Patriciello erano intervenuti Ambner de Iapinis, commissario straordinario dei Cristiano Popolari; i senatori del Pd Roberto della Seta e Francesco Ferrante (che avevano definito "indegno" il comportamento di De Martino); il presidente dell' Osservatorio Permanente Giovani, Andrea Ceccherini, che ha criticato il "silenzio assordante delle istituzioni". Ieri anche lo scrittore Roberto Saviano aveva preso posizione chiedendo al prefetto di scusarsi o di dimettersi. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prefetto: "Incontrerò don Maurizio", la pace è vicina

NapoliToday è in caricamento