Revenge porn, su Instagram filmati intimi di una giovane napoletana. Aperta un'inchiesta

Da tempo gli avvocati delle due giovani coinvolte cercano, senza successo, di contattare gli uffici del social network

La Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un'inchiesta su un caso di probabile 'revenge porn' che vede coinvolte alcune giovanissime ragazze che da anni vedono filmati intimi, girati con i propri fidanzati dell'epoca, pubblicati su Instagram. Quattro gruppi sui quali ci sono fino a 400 followers e sui quali, per vedere un contenuto, bisogna inviarne un video. "Va immediatamente fermato questo assurdo sistema", spiega Sergio Pisani, avvocato di una delle ragazze. Da tempo gli avvocati cercano di mettersi in contatto con l'ufficio legale del social network, sena successo.

Per Pisani "va immediatamente creata l'identità certificata dei profili, è evidente, ormai, che non si può perdere altro tempo. Altrimenti si rischia un nuovo caso come quello di Tiziana Cantone". Pisani annuncia di voler chiedere il sequestro del social perché i responsabili, negando reiteratamente le loro richieste, "si rendono corresponsabili di un gravissimo reato: il revenge porn".“
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento