rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca

Violentata nel Porto, l'avvocato del 23enne: "La poliziotta ha mostrato sangue freddo non utilizzando l'arma"

Un 23enne del Bangladesh è finito in carcere con l'accusa di tentato omicidio e violenza sessuale aggravata. L'avvocato Iorio a NapoliToday: "Massima comprensione per la poliziotta"

Non si placano le polemiche e lo sgomento in città per la violenza sessuale subita dalla poliziotta in forza al nucleo Volanti del commissariato dei Decumani nel varco Pisacane, nella notte tra il 19 e il 20 ottobre. L'agente, dopo aver smontato da lavoro, dopo la mezzanotte, si era recata nel parcheggio del varco (precisamente in via del Ghiaccio altezza Pesa Anatella) per recuperare l'auto parcheggiata negli appositi stalli riservati alle forze dell'ordine.

Un cittadino del Bangladesh l'ha seguita, l'ha colpita con un sasso, le ha tirato i capelli con violenza, scaraventandola e trascinandola a terra per poi portarla in un luogo appartato dove ha cercato prima di soffocarla e poi di violentarla in maniera brutale. Soltanto il provvidenziale intervento di un camionista che si trovava nei paraggi ha posto fine all'aggressione sessuale.  La donna è stata ricoverata al Cardarelli. Il 23enne, irregolare sul territorio italiano, è stato arrestato poco dopo  in via Duomo. E' ora accusato di tentato omicidio e violenza sessuale aggravata.

iorio-2

(l'avvocato Iorio)

L'avvocato del 23enne: "Massima solidarietà alla poliziotta"

L'avvocato Rolando Iorio difenderà M.I.  Oggi ha incontrato il suo assistito, che a Napoli svolgeva lavori saltuari (soprattutto nel settore edile), nel Carcere di Poggioreale. "Si tratta di una difesa prettamente tecnica. E' molto confuso e non si è reso conto di cosa ha fatto e della gravità della sua azione. Potremmo chiedere una perizia psichiatrica per valutare le sue capacità di intendere e volere. Si è chiuso in un fermo mutismo da quando è in carcere", spiega a NapoliToday l'avvocato irpino. 

"Voglio esprimere massima solidarietà e comprensione per per la giovane agente. Aveva con sè un'arma e vista la gravità della situazione ci sarebbe potuto essere il rischio che potesse utilizzare l'arma in dotazione, ma non l'ha fatto che dimostrando di avere grande coraggio e sangue freddo", conclude Iorio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentata nel Porto, l'avvocato del 23enne: "La poliziotta ha mostrato sangue freddo non utilizzando l'arma"

NapoliToday è in caricamento