rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Le uccise la figlia, lo Stato vuole paghi al killer le spese legali

L'assurda vicenda di Rosa Polce, madre di Carmen uccisa nel 2005. L'Agenzia delle Entrate le ha inviato una cartella da 7mila e 500 euro: le spese legali del killer, impossibilitato a pagarle

Carmen Polce venne uccisa nel 2005 dal compagno. L'Agenzia delle Entrate ha recapitato una cartella esattoriale da 7mila e 500 euro a sua madre, Rosa Polce, per riscuotere il risarcimento delle spese del giudizio civile intentato dalla signora all'assassino della figlia. A raccontare l'assurda vicenda Cronache di Napoli.

Il compagno di Carmen fu condannato in via definitiva. L'Agenzia delle Entrate avrebbe intimato alla signora Polce di rimborsare le spese della causa civile perché l'uomo risulta senza lavoro. Non avendo risarcito i danni né pagato le spese legali, l'Agenzia delle Entrate ora le pretende dalla madre della vittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le uccise la figlia, lo Stato vuole paghi al killer le spese legali

NapoliToday è in caricamento