Trovata la nuova arma della camorra: la pistola a penna

La scoperta dei carabinieri all'interno del Parco Verde di Caivano insieme a un kalashnikov

Potrebbe essere definita un'invenzione della criminalità per riuscire a eludere i controlli delle forze dell'ordine. È quello che hanno scoperto i carabinieri nel corso di un blitz che ha portato al sequestro di un kalashnikov, arma tristemente molto più nota, e di una pistola a penna. La scoperta è stata fatta all'interno del rione Gescal nel Parco Verde a Caivano. I militari hanno effettuato una serie di perquisizioni all'interno del rione riuscendo a scovare l'arma particolare all'interno di uno stenditoio. Con la pistola c'erano anche una sessantina di cartucce, sei grammi kobret e due microcamere.

La scoperta del kalashnikov

Continuando nelle perquisizioni i militari hanno scoperto anche il fucile da guerra nascosto all'interno di un terreno incolto sempre nella zona del parco. Era in una busta nera con il relativo munizionamento. Tutto il materiale è stato sequestrato e sono in corso gli accertamenti per risalire a chi appartenessero, confermando il livello di pericolosità del rione.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

Torna su
NapoliToday è in caricamento