Trovata la nuova arma della camorra: la pistola a penna

La scoperta dei carabinieri all'interno del Parco Verde di Caivano insieme a un kalashnikov

Potrebbe essere definita un'invenzione della criminalità per riuscire a eludere i controlli delle forze dell'ordine. È quello che hanno scoperto i carabinieri nel corso di un blitz che ha portato al sequestro di un kalashnikov, arma tristemente molto più nota, e di una pistola a penna. La scoperta è stata fatta all'interno del rione Gescal nel Parco Verde a Caivano. I militari hanno effettuato una serie di perquisizioni all'interno del rione riuscendo a scovare l'arma particolare all'interno di uno stenditoio. Con la pistola c'erano anche una sessantina di cartucce, sei grammi kobret e due microcamere.

La scoperta del kalashnikov

Continuando nelle perquisizioni i militari hanno scoperto anche il fucile da guerra nascosto all'interno di un terreno incolto sempre nella zona del parco. Era in una busta nera con il relativo munizionamento. Tutto il materiale è stato sequestrato e sono in corso gli accertamenti per risalire a chi appartenessero, confermando il livello di pericolosità del rione.

Potrebbe interessarti

  • Capri, in vendita casa da sogno con meravigliosa vista sul Golfo

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Il fiore delle streghe: come riconoscere la pianta assassina e perché è pericolosissima

  • Oleandro: perché bisogna stare molto attenti a questa pianta

I più letti della settimana

  • Presunto furto in autogrill per la moglie di Gianni Nazzaro: arrestata

  • Lutto nel mondo di Un Posto al Sole, addio alla "madre" di Giulia Poggi

  • Colpo di scena: il Chelsea prova a convincere Sarri a restare a Londra

  • Tony Colombo elogia i piatti preparati dalla moglie Tina: "Donne italiane, curate i vostri mariti"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 17 al 21 giugno

  • Scuse di D'Alessio e D'Angelo: la parodia di Palma e Cicchella è virale

Torna su
NapoliToday è in caricamento