rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
La decisione / Boscoreale

Aveva una pistola a casa: scarcerata la moglie del presunto killer del pescivendolo Morione

Valentina Gallo non è stata ritenuta punibile dal Riesame per la presenza dell'arma nell'abitazione

Venne trovata una pistola nella sua abitazione, la stessa che condivideva con il marito, Angelo Palumbo, accusato dell'omicidio del pescivendolo Antonio Morione. Un'arma su cui gli investigatori stanno lavorando per capire se collegata al delitto. Per il tribunale del Riesame, però, non può essere ritenuta responsabile di quella detenzione. L'ottava sezione del tribunale delle Libertà di Napoli ha scarcerato Valentina Gallo.

Secondo i magistrati esiste un difetto della gravità indiziaria in quanto la donna non può essere ritenuta punibile, in quanto convivente, nella detenzione dell'arma. Difesa dall'avvocato Roberto Cuomo, è riuscita a dimostrare di non avere nulla a che fare con quell'arma. Dopo settimane di detenzione è stata immediatamente scarcerata mentre continua l'inchiesta che vede agli arresti il marito per il delitto di Boscoreale, avvenuto durante un tentativo di rapina nel periodo natalizio del 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva una pistola a casa: scarcerata la moglie del presunto killer del pescivendolo Morione

NapoliToday è in caricamento