Specialisti della truffa dello specchietto trovati con una pistola

L'avevano nascosta sotto al tappetino della loro Fiat Panda

Erano specializzati nella cosiddetta “truffa dello specchietto”, ma questa volta sono stati arrestati per porto illegale di arma clandestina. Si tratta di due 20enni, già noti alle forze dell’ordine, per reati in materia di armi e truffe ad anziani con la tecnica dello “specchietto” perpetrate per lo più nel basso Lazio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due erano a bordo di una Fiat Panda quando sono stati fermati dai carabinieri nel corso di un controllo. Durante l’ispezione, sotto ad un tappetino, i militari del nucleo radiomobile del reparto operativo di napoli hanno trovato una pistola automatica con matricola abrasa e colpo in canna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Forti temporali in arrivo, la Protezione Civile dirama l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento