rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Chiaia / Via Francesco Caracciolo

Pista ciclabile, tarda ad arrivare l'inaugurazione ufficiale

Il tutto era stato annunciato per luglio per poi slittare al 23 agosto e comunque in tempo per la Coppa Davis. Intanto il tratto destinato alle bici sul lungomare è quasi completo

Torniamo a parlare della maxi pista ciclabile che da Bagnoli arriverà fino a Piazza Garibaldi. L'inaugurazione, prevista in un primo momento per luglio, è poi slittata al 23 agosto, ma ad oggi (11 settembre) non è ancora avvenuta.

Il tratto ciclabile sul lungomare di Via Caracciolo è però praticamente completo e provvisto di una segnaletica orizzontale, a nostro avviso, abbastanza chiara, manca invece, nel lungo tratto da noi percorso, la segnaletica verticale: non ci sono cartelli per gli attraversamenti pedonali o per grossi ostacoli, o ancora per l'inizio e fine del percorso all'altezza della rotonda Diaz, dove in questo momento c'è l'Arena del Mare a fungere da ostacolo, anche se provvisorio, e nei giorni in cui abbiamo scattato le foto c'erano anche gli stand del Pizza Village ad occupare la pista per le due ruote, senza nessuna segnalazione di interruzione temporanea (nemmeno orizzontale).

Eppure il percorso dedicato al mezzo a pedali non smette di creare polemiche ed alzare poleveroni, vuoi perché un vigile, forse un po' troppo zelante, multa una ciclista che oltrepassa la linea di delimitazione della pista (non ancora ufficialmente inaugurata)o magari perché la bocciatura, durante il World Urban Forum, arriva addirittura dal rappresentante della federazione dei ciclisti europei, Benoit Blondel, che la definisce "uno scherzo, una mano di vernice passata su di una strada dove passano i pedoni", insomma questo percorso sembra essere destinato ad accendere sempre troppo gli animi.

Intanto, nell'attesa che tutto il percorso sia completo e che i tratti già iniziati siamo messi a punto, non resta che augurarci che la pista diventi presto davvero fruibile nel migliore dei modi, insieme, magari, ad un servizio di trasporto pubblico che sia realmelte degno di una grande metropoli come la nostra, affinché si possa avviare, seriamente, il necessario cambiamento nella cultura della mobilità cittadina, che richiede certamente sacrificio e nuove prospettive da parte di tutti, ma anche spazi, strade decenti, mezzi e servizi funzionanti a disposizione.

Pista ciclabile sul lungomare © V. Graniero/NapoliToday


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pista ciclabile, tarda ad arrivare l'inaugurazione ufficiale

NapoliToday è in caricamento