rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Piazza Carlo III

Piazza Carlo III, pietre d'inciampo per tre bambini vittime della Shoah

L'iniziativa voluta dalla Quarta Municipalità. Il presidente Perrella: “Le recenti manifestazioni fasciste dimostrano come i simboli che tengono viva la memoria non sono mai abbastanza”

La Quarta Municipalità è e resterà antifascista". Sono le parole del suo presidente, Giampiero Perrella, a proposito dell'ormai nota vicenda di una festa di pensionamento con tanto di torta di Mussolini nella sede municipale di Gianturco. Anche a rimarcare la distanza dall'accaduto, stamane a piazza Carlo III la IV Municipalità farà porre, in una delle piazze simbolo della Resistenza e delle Quattro Giornate di Napoli, tre pietre di inciampo (Stolpersteine) realizzate dall'artista Gunter Demnig in memoria di tre bambini partenopei vittime della Shoah.

Verrà inoltre svelata una targa commemorativa per ricordare ai passanti il significato di questa installazione. Alla cerimonia prenderanno parte, oltre al presidente della Municipalità Perrella e ad altri rappresentanti istituzionali della Municipalità, il presidente dell'Anpi Napoli Antonio Amoretti, Mario De Simone (fratello di Sergio De Simone) e una piccola rappresentanza di bambini delle scuole elementari e medie del territorio.

La cerimonia assume maggior valore da un punto di vista simbolico visto l'accaduto. "Le recenti manifestazioni fasciste – sottolinea Perrella – sono la dimostrazione di quanto ancora c'è da fare e di come i simboli, che raccontano il sacrificio di milioni di vittime della Shoah e della Resistenza e che tengono viva una memoria fragile e troppo spesso negata, non siano mai abbastanza. Una cosa è certa: al di là di ogni singola esternazione, polemica o strumentalizzazione, la Quarta Municipalità è e resterà antifascista".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Carlo III, pietre d'inciampo per tre bambini vittime della Shoah

NapoliToday è in caricamento