Insultato e picchiato da una baby gang, fermati due giovani

Un 16enne era stato preso a pugni senza motivo, riportando la rottura del setto nasale, domenica scorsa

Marcia contro la violenza a Napoli

La polizia ha individuato e denunciato due minorenni, ritenuti responsabili dell'aggressione ai danni di un 16enne dei Quartieri Spagnoli avvenuta domenica scorsa, nei pressi della stazione della metropolitana Policlinico. Ciro stava tornando a casa con alcuni amici dopo una partita di calcetto, quando a largo Cangiani, è stato avvicinato da un gruppo di ragazzini che ha iniziato ad offendere il 16enne ed i suoi amici e a lanciare oggetti senza motivo.

Il 16enne non ha reagito, ma è stato aggredito alle spalle da un giovane di carnagione mulatta, con i capelli rasta, che spalleggiato da un amico, ha sferrato un pugno sul viso del malcapitato, provocandogli un trauma cranico facciale, con frattura delle ossa nasali.

VIDEO - I controlli della Polizia all'Arenella

Grazie al sistema di rilevamento targhe sono stati identificati i proprietari dei due ciclomotori presenti sul luogo dell'aggressione. Interpellati, avevano riferito che i ciclomotori erano nelle disponibilità dei loro figli.

I due minori fermati, residenti a Marano di Napoli, hanno rispettivamente 16 e 15 anni. Sono accusati del reato di concorso in lesioni aggravate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento