menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia la moglie e sequestra il cognato. Arrestato un 48enne di Sant'Antimo

Più volte l'uomo aveva aggredito la moglie. Questa lo aveva cacciato di casa, cambianto la serratura. L'uomo di 48 anni così ha sequestrato il cognato

Aggredisce la moglie colpendola più volte e sequestra il cognato. La vicenda è avvenuta a Sant'Antimo, nel napoletano. Protagonista un 48enne del luogo, già noto alle forze dell'ordine.
L'uomo ha picchiato la donna, causandole una lesione del timpano dell'orecchio sinistro. Poi messo fuori casa dalla consorte, ha aggredito il cognato, costringendolo a salire in macchina per andare alla ricerca della donna.
I carabinieri del luogo però lo hanno fermato e arrestato con l'accusa di tentato sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, lesioni personali, violenza privata e danneggiamento.

In realtà non era la prima volta che l'uomo aggrediva la moglie. Già il 4 giugno scorso, secondo gli investigatori, la donna è stata aggredita per l'ennesima volta dal marito a calci e pugni. Così ha deciso di cambiare serratura della porta d'ingresso, allontanando il coniuge dalla casa.
Ieri, non riuscendo ad entrare in casa, l'uomo si è armato di una pistola finta priva di tappo rosso. Per prima cosa ha mandato in frantumi la vetrata dell'attigua falegnameria gestita dal cognato 44enne e poi, con la minaccia dell'arma, ha costretto quest'ultimo a seguirlo nella sua autovettura in cerca della moglie.

La donna, venuta a conoscenza dell'accaduto, ha chiesto l'intervento dei carabinieri che hanno rintracciavano l'uomo nell'abitazione dei suoi genitori e lo hanno bloccato liberando suo cognato.
Durante la perquisizione, i carabinieri hanno sequestrato la pistola finta insieme a 13 cartucce calibro 38 a salve.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento