Orrore a Procida: picchia la compagna incinta e le fa perdere il bambino

L'aggressione è avvenuta ieri sera, in via Giovanni da Procida. Il violento, 45 anni, è stato arrestato dai carabinieri

Dramma nella serata di ieri a Procida. Un uomo di 45 anni ha violentemente picchiato la sua compagna incinta, uccidendone il feto. L'aggressore è stato messo in manette dai carabinieri. Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e interruzione di gravidanza.

Il feto era di 20 settimane. E' stata la madre, 38 anni a chiamare i carabinieri perché intervenissero e arrestassero il suo compagno. I militari sono arrivati in via Giovanni da Procida e hanno immediatamente avvertito il 118 così che si potesse prestare soccorso alla vittima della violenza, trasportata al Gaetanina Scotto di Perrotolo.

L'uomo è stato fermato in zona e quindi arrestato. Si trova adesso in carcere a Poggioreale, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Secondo quanto riportato dai carabinieri aveva già aggredito la compagna diverse volte, negli ultimi giorni e in passato. senza che però questa arrivasse a denunciarlo. La 38enne è stata trasferita con una idroambulanza all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli dove sarà sottoposta ad un aborto terapeutico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Un Posto al Sole, anticipazioni: pesanti le accuse per Diego

  • La migliore pizza fritta del mondo è di Melito: per celebrare il titolo pizze gratis per tutti

  • Raffica di controlli al Rione Sanità: centinaia di persone identificate

  • Vaselina: un ottimo lubrificante ma non per tutto

Torna su
NapoliToday è in caricamento