Aggredita da anni: fa arrestare il compagno

In manette un 35enne originario del Marocco. I carabinieri lo hanno arrestato a Secondigliano

Un incubo che durava da anni. Doveva subire le continue aggressioni del marito. Era sempre stato in silenzio fino a quando non ha trovato il coraggio di denunciare. I carabinieri hanno posto fine alle sue sofferenze stringendo le manette ai polsi ad un 35enne originario del Marocco. I militari sono intervenuti nel quartiere “167 ” in corso Secondigliano dopo l'ennesima aggressione dell'uomo ai danni della compagna 42enne.

Pregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona, aveva provato a fuggire quando la donna ha chiamato le forze dell'ordine. I carabinieri l'hanno però riconosciuto ed inseguito per strada fino a riuscire stringergli le manette ai polsi. La denuncia della donna è stata fondamentale per mettere fine alle violenze. Adesso l'uomo verrà giudicato con rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

Torna su
NapoliToday è in caricamento