menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazzetta San Carlo alle Mortelle: si aprono 3 voragini

Si sono aperte una dopo l'altra tutte intorno all'area di piazzatta San Carlo alle Mortelle. Erano le 4 di notte quando la prima si è creata all'interno della chiesa. Dopo le altre due. I Vigili del fuoco hanno sgomberato cinque palazzi

"C'é già la soluzione per gli sfrattati", ad assicurarlo il consigliere comunale Francesco Minisci (Sinistra e libertà) che abita nei Quartieri spagnoli e assicura che "gli interventi sono stati tempestivi".

"Le situazioni più difficili - ha spiegato - sono al civico 2 della piazza e in vico San Carlo alle mortelle, dove ci sono tutti palazzi che confinano con la chiesa, al momento l'edificio maggiormente interessato dalle lesioni".

Al civico 7 invece i tecnici hanno preso in considerazione l'ipotesi di aprire un altro ingresso: dallo stesso portone, infatti, si accede a diverse palazzine e chiuderlo, ha chiarito il consigliere, significherebbe creare disagi a troppe famiglie. I tecnici quindi potrebbero decidere di abbattere un muretto e creare un altro ingresso da un edificio di confine appartenente al Comune, in prossimità delle Rampe Brancaccio. La condizione essenziale però al momento è ripristinare nel condominio l'acqua corrente. Meno problematica la situazione ai civici 12 e 14 dove nel giro di un paio di giorni dovrebbe tornare tutto alla normalità.

Aggiornato alle ore 17 e 30 del 23 settembre

Dalle prime ore di questa mattina tecnici comunali dei servizi sottosuolo e fognature, insieme ai vigili urbani, alle squadre dell'Arin e agli agenti della Protezione Civile, sono al lavoro nell'area della voragine che si è aperta ai Quartieri Spagnoli

Il manto stradale ha ceduto in tre punti di Vico San Carlo alle Mortelle interessando sia la strada che il pavimento nella chiesa e quello di una vicina abitazione, su un diametro di circa venti metri.

Sono ancora in corso gli accertamenti per appurare l'origine del cedimento del suolo. L'ipotesi più plausibile al momento è che il crollo della volta di una cavità sotterranea abbia scatenato l'apertura delle tre voragini in superficie. 
 
E'  in corso un sopralluogo anche da parte del Sindaco Iervolino che ha raggiunto l'Assessore al Sottosuolo Agostino Nuzzol. Si lavora intanto al ripristino delle rete fognaria per riprendere la fornitura d'acqua interrotta subito dopo lo smottamento. Viene intanto prestata, dal personale dell'Amministrazione Comunale, l'assistenza ai cento nuclei familiari (circa trecento persone).

Aggiornato alle ore 14 e 15 del 23 settembre

Sono oltre 50 le famiglie a rischio di sfratto per la voragine che all'alba di oggi si è aperta in piazzetta San Carlo. E' questo l'esito del sopralluogo appena compiuto dall'assessore comunale Agostino Nuzzolo.  La tenuta statica della chiesa presente nella strada è ancora sotto osservazione.l

Il sindaco Rosa Iervolino rimanda al primo pomeriggio per un bilancio completo dei danni e un più reale quadro delle cause.

Aggiornato alle ore 12 e 30 del 23 settembre


Si  indagano le cause che hanno portato alla creazione delle tre voragini e la staticità degli edifici della zona, soprattutto della chiesa, sulla cui facciata appaiono diverse crepe.

"I tecnici sono al lavoro per accertare le cause di questa voragine", lo ha affermato l'assessore comunale alla Mobilità e Sottosuolo, Agostino Nuzzolo.

"Soprattutto - ha aggiunto - stanno verificando che i palazzi circostanti non abbiano subito lesioni". "E' una situazione complicata - ha concluso - quella del sottosuolo di questa zona della città. Come amministrazione siamo anche impegnati per ridurre i disagi delle famiglie".

Aggiornato alle ore 11 e 30 del 23 settembre

sono state tre le voragini, che dopo le quattro di stamattina, si sono create in sequenza nell'area di piazzetta San Carlo alle Mortelle. La prima si è aperta verso le quattro di notte creandosi all'interno della chiesa San Carlo alle Mortelle, dove il pavimento è del tutto precipitato nella cavità sotterranea.

La successiva spaccatura si è creata nella strada adiacente alla chiesa e ancora un'altra al piano terra di una casa, un 'basso'. I vigili del fuoco intervenuti sul posto hanno evacuato in via precauzionale cinque palazzi.

Qattro componenti della famiglia, che stavano dormendo in un piano rialzato, sono stati tratti in salvo giusto in tempo dai vigili del fuoco che erano presenti quando c'é stato il cedimento.

Complessivamente la voragine, conferma la polizia municipale, é di circa venti metri di diametro. Sul posto si sta effettuando un monitoraggio sia da parte dei vigili del fuoco che dagli esperti comunali. Anche la sala operativa della Protezione civile regionale sta seguendo l'evolversi della situazione.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Esplosione ai Colli Aminei, distrutto un negozio

  • Cronaca

    Lite finisce nel sangue, uomo ucciso a colpi di cric

  • Cronaca

    Riaprono i negozi: "Pochi clienti e molte attività sono già fallite"

  • Cronaca

    Tragedia in metropolitana: uomo travolto da un treno

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento