Cronaca

Piazzetta Lepri nel degrado assoluto, residenti esasperati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

NAPOLI - Una di quelle situazioni dai tratti mortificanti, in primis per la città, ma in particolar modo per i cittadini che popolano uno dei quartieri più nevralgici della IV Municipalità napoletana, il San Lorenzo. In piazzetta Lepri, alle spalle di via Cesare Rosaroll e a pochi passi dal Borgo Sant'Antonio Abate, precisamente nell'incontro tra Via Fossi a Pontenuovo e Vico Lepri a Pontenuovo, i residenti sono visibilmente esasperati: "le istituzioni devono far qualcosa, non ce la facciamo più, da più di sei anni nessuno fa nulla" tuonano ai microfoni dei giornalisti Emilia Sensale e Antonino Fiorino, accorsi nel luogo con le telecamere della loro rubrica 'Non c'è Sensale senza Fiorino', video che sarà visibile nel canale YouTube.com/emiliantonino.

I cittadini, infatti, sono esasperati "per gli alberi incolti presenti in zona, pericolosi per l'incolumità dei tanti bambini del quartiere che spesso vengono nello slargo a giocare e per le persone che lì abitano, i rami spezzati possono far male e molte foglie toccano i fili elettrici, una scintilla e potrebbe accadere un disastro, per non parlare degli animali, anche topi, che approfittano delle fronde che arrivano fino ai balconi presenti per entrare nelle case". "È una piccola giungla partenopea, selvaggia e abbandonata" è il commento di Francesco Donzelli, consigliere della IV Municipalità, intervenuto ai microfoni di Fiorino e Sensale direttamente sul luogo per sostenere la propria vicinanza alla popolazione ma soprattutto per annunciare "proprio in queste ore l'invio al vice-sindaco Sodano di un documento che descrive la situazione di degrado dello slargo, chiedendo la potatura degli alberi presenti e un servizio di pulizia urgente". La questione ambientale, infatti, non è l'unica preoccupazione: rifiuti sparsi ovunque contribuiscono ad una possibile emergenza igienico-sanitaria, l'aria risulta irrespirabile soprattutto in estate, poi gli scalini che tagliano il giardinetto centrale nella strada circolare, di per sé contraddistinta da buche e avvallamenti, sono inaccessibili a causa di alcune impalcature. "Sarà mia premura - conclude il consigliere - convocare al più presto anche un consiglio municipale proprio per affrontare questo tipo di problematica". Francesco Donzelli afferma di aver preso molto a cuore, prima nelle vesti di comune cittadino e poi come uomo politicamente impegnato, sostenendo che "questo spaccato vergognoso che non può verificarsi in pieno Centro Storico, considerato dall'UNESCO patrimonio dell'umanità". Si attendono sviluppi imminenti e concreti in sede di consiglio municipale innanzitutto per stabilire in accordo tra le parti politiche la misura degli interventi idonei, agendo contemporaneamente in piena sintonia con l'Amministrazione comunale. Si auspica che l'attenzione istituzionale a favore della cittadinanza prenda il sopravvento in quanto la politica deve operare solo ed esclusivamente per il bene comune, accogliendo con la massima disponibilità le istanze degli utenti da tradurre poi in interventi concreti.

Antonino Fiorino - Emilia Sensale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazzetta Lepri nel degrado assoluto, residenti esasperati

NapoliToday è in caricamento