rotate-mobile
Cronaca San Ferdinando / Piazza del Plebiscito

La denuncia: "Piazza Plebiscito devastata, stop ai concerti"

Stefano Gizzi, soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici: "All'indomani di eventi artistici e musicali la piazza e il colonnato vengono ridotti ad uno stato di lerciume spaventoso. Bisogna correre ai ripari"

Stop ai concerti in piazza del Plebiscito. A chiederlo, a poche ore dagli spettacoli di Luciano Ligabue e Laura Pausini, è la Sovrintendenza che rivolge una richiesta ufficiale al Comune. Stefano Gizzi, soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici di Napoli e provincia, tuona: "All'indomani di eventi artistici e musicali la piazza e il colonnato vengono ridotti ad uno stato di lerciume spaventoso. Basta vedere le immagini pubblicate sul Mattino per rendersene conto. Bisogna correre ai ripari".

In fondo a Napoli, spiega Gerardo Ausiello del Mattino, ci sarebbero numerose alternative. "Penso all'Arena flegrea nella Mostra d'Oltremare, a piazza Mercato, a stadi come il San Paolo o il Collana, praticamente inutilizzato. Nell'interesse di Napoli e dei suoi abitanti è necessario risolvere il problema perché ormai la situazione è diventata ingestibile. Piazza del Plebiscito non ha più la capacità di reggere a simili manifestazioni, non è questa la sua vocazione".

Una cosa è certa: "Abbiamo un gioiello che tanti ci invidiano. Occorre fare tutto il possibile per proteggerlo e per evitare che venga deturpato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia: "Piazza Plebiscito devastata, stop ai concerti"

NapoliToday è in caricamento