rotate-mobile
Cronaca Avvocata / Piazza Dante Alighieri

Poca sicurezza a Piazza Dante, i commercianti :"Siamo preda dei teppisti"

L'ultimo episodio domenica sera: una baby gang ferisce un giovane che si rifugia in una pizzeria, lo seguono e iniziano una rissa con coltelli e giraviti. Graziano: "La piazza è isolata e non c'è controllo"

Piazza Dante, ancora episodi di violenza. I commercianti della zona denunciano schiamazzi, atti vandalici ed episodi di vera e propria violenza. Del resto anche la statua di Dante è finita "in gabbia", dopo la ristrutturazione, per impedire l'accesso ai malintenzionati muniti di inchiostro e bombolette spray.

Come riferisce Melina Chiapparino dalle pagine de Il Mattino, la zona del centro è diventata "come il far west". Sono in particolare i commercianti a denunciare la gravità della situazione. L'ultimo caso in ordine di tempo risale a domenica sera e vede protagonista un ragazzino ferito ed insanguinato, rifugiatosi nella pizzeria di Salvatore ed Enzo Ferrieri (che affaccia proprio sulla piazza). "Il giovane era impaurito - è la dichiarazione dei due gestori che si legge su Il Mattino - non voleva essere portato in ospedale e gli abbiamo prestato i primi soccorsi nel bagno del locale".

All'improvviso, hanno raccontato ancora i due esercenti, nel locale è entrata una banda di ragazzini armati di coltelli e giraviti che hanno dato origine ad una rissa tra due gruppi di giovani, tutti napoletani e che sembravano essere tutti minorenni.

Sul posto sono poi accorse le forze dell'ordine e il personale del 118 che ha prestato soccorso ai feriti. Alcuni giovani invischiati nella rissa sono stati identificati, mentre altri sono riusciti a scappare.

Come riferisce ancora Chiapparino, Giuseppe Graziani, presidente dell’associazione Amici di Piazza Dante che riunisce commercianti e attività della zona, ha dichiarato in seguito a questo episodio  che esiste un "problema sicurezza" da quando la piazza è stata "isolata con la chiusura al traffico 24 ore su 24" con una maggiore incidenza di episodi di teppismo e microcriminaltà e che l'amministrazione aveva garantito presidi fissi di forze dell'ordine e una maggiore illuminazione che invece mancano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poca sicurezza a Piazza Dante, i commercianti :"Siamo preda dei teppisti"

NapoliToday è in caricamento