Piano traffico natalizio, il Comune: “Un successo”

Accolti 19mila turisti nel fine settimana

A 72 ore dall'avvio del Piano Traffico per le festività natalizie che, ricordiamo, ha visto l'introduzione di un'ampia Ztl finalizzata ad eliminare la sosta dei pullman turistici nelle aree cittadine, i dati registrati sono i seguenti:
* sono stati gestiti, mediante gli interventi di Anm, circa 400 pullman fra sosta e scarozzamento per un totale di circa 19.000 turisti accolti in città;
* tramite l'utilizzo della linea R2 è stata garantita una corsa ogni 5 minuti e, pertanto, non si sono registrati disagi di sorta circa i tempi di attesa per l'arrivo al centro città;
* l'offerta di taxi collettivo ha avuto un buon successo contribuendo ad evitare il formarsi di file di turisti costretti a lunghe attese;
* il centro di assistenza Anm ha gestito tutte le richieste di autorizzazioni in tempo reale.

In nessun momento si sono registrati problemi o tensioni. In compenso: traffico cittadino più fluido, aria ed ambiente più puliti, maggiore tranquillità nel godersi la città o nel viverla. Non sono mancate le curiosità: da un pullman con ampia scritta “guasto” fermo nella ZTL che, all'avvicinarsi della Polizia, ha registrato un'immediata scomparsa del guasto ad un suo collega che, nella giornata di sabato, richiedeva un permesso speciale per portare i tifosi a vedere la partita del Napoli al San Paolo.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

Torna su
NapoliToday è in caricamento