Polemiche sul Peter Pan park di Fuorigrotta: le ragioni

Municipalità e gestori dell'area sono ai ferri corti

È polemica a Fuorigrotta a proposito del cosiddetto "Peter Pan park", area di piazzale Tecchio - assegnata ad un'associazione culturale - cui la Municipalità ha proibito la chiusura notturna.
La consigliera della X Municipalità Carla Carcavallo dei Verdi attacca direttamente il presidente Diego Civitillo e la vicepresidente Maria Rosaria Russo, "rei" a suo dire di lasciare così il parchetto alla mercé di "drogati e malviventi".

La replica della giunta di via Acate non si è però fatta attendere. "Bisogna sottolineare che l'associazione l'Urlo, presieduta dal Sig. Castaldo, marito della stessa (della consigliera Carla Carcavallo, ndR), è assegnataria dello spazio ai sensi della delibera "Adotta una strada" e il Peter Pan park non è un parco pubblico bensì un'area di piazzale Tecchio".

Un vero e proprio tratto di strada quindi, per cui non è possibile stabilire da parte di un privato – l'associazione in questo caso – orari di apertura e chiusura". "Tale precedente seppur piccolo – spiega la X Municipalità – aprirebbe la strada ad abusi di ogni sorta. Un condominio sarebbe infatti leggittimato ad adottare una strada e quindi ad apporre cancelli con orari dì apertura e chiusura, per non parlare di imprenditori (o peggio) che potrebbero diventare proprietari di pezzi di città con una semplice richiesta di adozione".

"Tra l'altro nell'area, nel corso di questi mesi, sono state portate avanti attività (documentate dal servizio tecnico) che essendo condotte su area pubblica avrebbero necessitato di autorizzazioni – prosegue il presidente Civitillo – Infine poche settimane fa l'area è stata arbitrariamente chiusa dall'associazione che in difficoltà per la mole di lavoro ed i costi di manutenzione ha chiesto addirittura un sostegno alla cittadinanza, cosa non prevista dai regolamenti. In molti, in questi mesi, mi hanno contattato denunciando favoritismi e conflitti di interesse, affidare un' area area all'interno della quale mi hanno descritto si svolgessero mercatini e feste private ad una associazione legata a partiti politici non è qualcosa che noi condividiamo".

La proposta della Municipalità non è di chiudere l'area, ma "trasformarla in parco pubblico, che avrebbe previsto orari di apertura e chiusura come il Parco Totò, offerta declinata dall'associazione che evidentemente in base al regolamento parchi e giardini non avrebbe potuto svolgere le attività cui aveva intenzione. Questa è la storia, corredata da atti protocollati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

peter-pan-park

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, divieti e limitazioni per feste e cerimonie: tutte le decisioni di De Luca

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • Boom di contagi in Campania, nuova ordinanza di De Luca: scuole chiuse e restrizioni sociali

  • Orrore in ospedale, per una sigaretta aggredisce un uomo e gli cava gli occhi

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy: ecco dove acquistarle scontate

  • Scende dall'auto e si lancia nel vuoto dal ponte dei suicidi: muore 71enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento