rotate-mobile
Cronaca Ischia

Collisione Ischia: arrestati il terzo ufficiale e il timoniere della Jolly Grigio

Per i due l'ipotesi di reato è di disastro colposo. Decisive per l'arresto le testimonianze di alcuni pescatori e di alcuni componenti dell'equipaggio della Jolly Grigio. Sequestrata la Jolly Grigio

Svolta nell'inchiesta relativa alla collisione in mare al largo di Ischia. Ieri, in tarda sera, dopo un lungo interrogatorio negli uffici della Guardia Costiera di Napoli, è stato disposto l'arresto del terzo ufficiale e del timoniere della "Jolly Grigio".

L'arresto in flagranza è stato disposto dalla Guardia Costiera nell'ambito dell'inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Giovanni Melillo e dai pm Giovanni Corona e Alessandro Cimmino. L'ipotesi di reato formulata nei confronti del terzo ufficiale e del timoniere è di disastro colposo.

Decisive per l'arresto le testimonianze di alcuni pescatori e di alcuni componenti dell'equipaggio della Jolly Grigio. La nave portacontainer Jolly Grigio è stata sequestrata.

A ERCOLANO – Nella città d'origine dei marinai Vincenzo e Alfonso Guida, Ercolano, il dolore è tanto. Il sindaco Strazzullo ieri in serata si è recato a casa della famiglia Guida ed ha incontrato la moglie e madre dei due marinai. "Ho promesso alla signora di pregare intensamente per il marito e il figlio - ha detto il sindaco uscendo dall'abitazione - in un momento drammatico. Ho visto persone umili, composte, chiuse nel dolore come del resto avviene in questi casi, consapevoli di quanto accaduto".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collisione Ischia: arrestati il terzo ufficiale e il timoniere della Jolly Grigio

NapoliToday è in caricamento