rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca Casoria

Perseguitato per un debito "infinito": costretto anche a consegnare il bancomat

I Carabinieri della Stazione di Arpino di Casoria, nella tarda serata di ieri, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord nei confronti di un 79enne, residente in Casoria. L'uomo è accusato di usura, estorsione aggravata ed atti persecutori.

Le indagini sono state avviate a seguito della denuncia della presunta vittima, ormai esasperata dalle continue richieste di denaro provenienti dall'indagato, cui la vittima si era rivolta per ottenere alcuni prestiti di piccole somme di denaro.

Costretto a consegnare il bancomat

Ulteriori accertamenti hanno consentito di trovare nuovo riscontro al lungo e dettagliato racconto reso dalla vittima. Così è emerso come, a fronte dei piccoli prestiti concessi, l'indagato avesse preteso per anni dalla persona offesa somme di denaro, senza che il debito venisse mai ritenuto estinto.

Nel tentativo, poi risultano vano, di estinguere definitivamente il proprio debito, la persona offesa si era decisa a richiedere un finanziamento, ottenendo così una cospicua somma di denaro, poi pretesa per intero dall'indagato che si sarebbe fatto consegnare anche la tessera bancomat.

La vittima sarebbe stata a più riprese minacciata e, in alcune occasioni, anche aggredita fisicamente, per essere così costretta ad elargire altro denaro. I Carabinieri della Stazione di Arpino di Casoria hanno perquisito l'abitazione dell'indagato, sequestrando alcuni assegni e altra documentazione. Indagini in corso per identificare ulteriori vittime.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguitato per un debito "infinito": costretto anche a consegnare il bancomat

NapoliToday è in caricamento