menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Cade in una buca e porta il Comune in tribunale: perde la causa

La difesa ha dimostrato che “il cittadino conosceva bene la zona in quanto da lui praticata spesso"

Causa persa. L'uomo sosteneva di essersi fatto male cadendo in una buca stradale, nel marzo 2010, nei pressi di via Matteotti, e aveva quindi denunciato il Comune di Napoli perché la buca non era segnalata e non evidente in quanto coperta da acqua piovana.

Ma la Corte di Appello di Napoli ha rigettato il ricorso dell'uomo, anzi questo è stato condannato al pagamento delle spese processuali.

La richiesta risarcitoria per danni era di 23mila euro, dato che – come documentato con referto medico – l'uomo aveva riportato gravi lesioni. La difesa però ha dimostrato che “il cittadino conosceva bene la zona in quanto da lui praticata spesso e, dunque, in grado di conoscerne le condizioni di dissesto del manto stradale, visto che la buca era quasi al centro della carreggiata, era di notevoli dimensioni e se davvero profonda, avrebbe dovuto tenere un atteggiamento di maggiore attenzione e prudenza”.

Nello sposare la tesi del Comune di Napoli, i giudici hanno sottolineato che il fasso è accaduto “in pieno giorno e nell'ora di massima visibilità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Anm, via alla nuova linea bus 602 sulla tratta Garibaldi-Dante

social

Lotto, estrazione di lunedì 3 maggio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento