rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca San giorgio a cremano

Peppe Barra: "Non ho figli o eredi, dopo di me un museo"

L'artista: "Mi rattrista il pensiero che gli oggetti che ho raccolto in tutti questi anni e custodisco a casa, un giorno, andranno persi. Perciò, li metto a disposizione di quanti volessero creare una collezione"

"Non ho figli, nè eredi. Mi rattrista, quindi, il pensiero che gli oggetti che ho raccolto in tutti questi anni e custodisco a casa, un giorno, andranno persi. Perciò, li metto a disposizione di quanti volessero creare una collezione o un museo che possa raccogliere parte di questo straordinario patrimonio culturale". Così Peppe Barra, a margine dell'incontro per la presentazione del suo libro "Diario d'artista", svoltosi nella Biblioteca Comunale di Cultura Vesuviana di San Giorgio a Cremano.


Ricordi personali e professionali dell'artista, arricchiti da curiosità ed aneddoti legati alla madre Concetta, si sono snodati tra gli interventi di Patricia Bianchi, curatrice del testo, Giuseppina Scognamiglio, direttrice della collana 'La Scrittura Teatrale' di Edizioni Scientifiche Italiane e Giorgio Zinno, vicesindaco ed assessore alla Valorizzazione delle Ville Vesuviane, moderati da Vincenzo Liguori, presidente dell'associazione 'Progetto San Giorgio' che ha promosso l'iniziativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peppe Barra: "Non ho figli o eredi, dopo di me un museo"

NapoliToday è in caricamento