menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Peppe Barra

Peppe Barra

Peppe Barra abbandonato: niente Cantata dei Pastori. "In giro solo porcherie"

L'annuncio choc dell'artista: "Potrei non recitare più a Napoli, la nostra tradizione va in malora". La polemica: "I 750 mila euro per L'opera da tre soldì con Ranieri sono stati trovati e anche la Regione ha contribuito"

Ogni anno i soliti problemi. Ed ecco Peppe Barra questa volta aprire bocca dalla XIV edizione di Giffoni Teatro e spiegare il motivo della sua insoddisfazione. "Ho chiesto un aiuto per rimettere in scena 'La cantata dei pastori', ma non c'è stato nulla da fare. Alla Regione mi hanno liquidato senza troppi complimenti, senza rispetto. È possibile che ogni anno devo gridare per portarla in scena? La nostra tradizione va in malora, mentre dobbiamo vedere in giro certe porcherie. A Napoli non si può più lavorare, la cultura è in mano ai politici, che non hanno la cultura per occuparsene con nobiltà d'intenti".

"In passato - ha aggiunto Barra - mi sono sempre accollato io tutte le spese e l'unica volta che ho cercato un piccolo sostegno economico mi è stato negato. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, mi ha chiaramente detto che non ci sono fondi; cosa ancora più grave, l'amministrazione comunale in toto mi ha completamente ignorato ed invitato a farmi da parte, a mettermi in fila".


Eppure, sottolinea Barra, "i 750 mila euro per L'opera da tre soldì con Ranieri sono stati trovati e anche la Regione ha contribuito, mi pare, con 200 mila euro. Io chiedevo molto, ma molto meno. Nulla da aggiungere. I politici non mi hanno mai aiutato ed è chiaro che non lo faranno mai. In 45 anni di teatro non devo ringraziare nessuno ma solo me e mia madre. Io, a Napoli, è come se non esistessi. Sono indignato. Ci sono assessori che dovrebbero imparare l'educazione e avere più rispetto verso chi si rivolge a loro e verso un artista, come me, che ha portato il nome di Napoli in giro per il mondo". (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento