Cronaca

Si pente Salvatore Giuliano: si fece scudo di Annalisa Durante

Giuliano era uscito per buona condotta, ma venne arrestato nuovamente lo scorso maggio

Salvatore Giuliano, nipote dell’ex capoclan di Forcella, Luigi, e omicida, nel 2004, di Annalisa Durante, ha deciso di pentirsi e di collaborare con la giustizia. Dopo l'arresto per estorsione - aggravata dal metodo mafioso - dello scorso maggio, Giuliano ha deciso di revocare il mandato al proprio legale. Questo fa pensare che sia pronto a rivelare ai magistrati le dinamiche criminali di cui è a conoscenza.

Intanto, nel quartiere sembra ci sia "nervosismo" per tale scelta, con la famiglia del neo pentito che sarebbe già stata trasferita in altra località segreta per evitare ogni tipo di ritorsione.

L'uccisione di Annalisa Durante

Annalisa Durante aveva solo 14 anni quando venne uccisa nel marzo del 2004. La giovane venne colpita nel corso di un agguato teso dai Mazzarella a Salvatore Giuliano (19enne all'epoca). La ragazzina era in strada con delle amiche quando si ritrovò sulla traiettorie dei proiettili esplosi da Salvatore Giuliano. L’omicida, dopo la condanna, uscì dal carcere per buona condotta, ma tornato nel quartiere riprese a frequentare gli ambienti della malavita.

L'arresto di maggio

Dopo essere stato attenzionato dalle forze dell'ordine, lo scorso maggio Giuliano venne arrestato dalla polizia per estorsione. In pratica, gli uomini delle forze dell'ordine intervennero perché alcune persone pretendevano dai residenti una somma di denaro mensile. Solo alcuni giorni fa la decisione del Riesame, prima della mossa di Giuliano: la revoca del mandato al suo legale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si pente Salvatore Giuliano: si fece scudo di Annalisa Durante

NapoliToday è in caricamento