Cronaca Santa maria la carità

Continuava a prendere la pensione della zia: era morta dal 2013

È l'accusa di cui dovrà rispondere una 50enne alla quale sono stati intanto sequestrati un appartamento e 50mila euro

Non aveva smesso di prendere la pensione della zia con la quale conviveva, intanto morta da anni. È l'accusa della quale dovrà rispondere una 50enne di Santa Maria La Carità.
La guardia di finanza l'ha scoperta, ed ha eseguito un sequestro dei beni nei suoi riguardi.

L'anziana era deceduta nel 2013, ma formalmente continuava a "riscuotere" la pensione di reversibilità e quella di invalidità civile. Era la nipote a prelevarle in contanti, lei che era l'unica cointestataria del conto corrente postale dell'anziana parente.

Eseguito il sequestro di un appartamento dell'indagata, nonché di 50mila euro: ovvero il totale stimato di quanto avrebbe sottratto all'Inps nel corso degli anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continuava a prendere la pensione della zia: era morta dal 2013

NapoliToday è in caricamento