Cronaca Chiaiano

Medici di base vanno in pensione "in massa": è caos nell'VIII Municipalità

Le istituzioni locali chiedono aiuto a Regione e Asl

Disagi per i cittadini del quartiere di Chiaiano che nel giro di poche settimane vedranno ridursi ai minimi termini l’assistenza sanitaria di base. Il problema nasce dal fatto che ben quattro medici di base su sei andranno in pensione e al momento sembra che nessun sostituto sia stato nominato, con il rischio che circa seimila cittadini resteranno senza assistenza sanitaria o con assistenza parziale. La notizia ha scatenato il panico tra i residenti che, preoccupati dall’improvvisa mancanza, hanno affollato negli ultimi giorni gli uffici del Distretto sanitario di Scampia.

Confusione e disagi per gli utenti

I disagi sono soprattutto per gli anziani e gli affetti da patologia più o meno gravi che corrono il rischio di essere assegnati a medici che si trovano a chilometri di distanza. Per i medici che sono ancora in servizio nel quartiere, infatti, sarebbero già terminati i posti a disposizione e agli utenti “fortunati” resta solo da giocarsi l’eventuale carta del ricongiungimento familiare. A mandare in confusione gli utenti è anche la piattaforma online dell’Asl Napoli 1 Centro. Nel form per effettuare un eventuale cambio online, nel ricercare i medici generici disponibili nel Distretto 28, vengono elencati i nomi anche di quei medici ormai prossimi alla pensione.

WhatsApp Image 2020-11-04 at 11.37.39-2

Richiesta di aiuto a Regione e Asl

Un caos vero e proprio che non è passato inosservato, specialmente in un periodo già così critico per la sanità campana e segnato dall’emergenza Covid, e che ha costretto alcuni consiglieri della VIII Municipalità a presentare un esposto a Regione e Asl. “La problematica è seria. Diversi medici andranno in pensione il prossimo mese, nello stesso Distretto sanitario”, ha detto a NapoliToday il consigliere municipale Pasquale Di Guida. “Parliamo di 6-7mila persone che rischiano di restare senza medico di base – ha continuato – Le persone sono in uno stato di agitazione e confusione perché non riescono ad avere nessuna notizia da almeno dieci giorni, ne recandosi al Distretto e ne via mail. Medici non ce ne sono e gli unici rimasti non operano nelle vicinanze. C’è ansia. La gente cerca tranquillità, soprattutto in questo periodo, ma ad oggi non è possibile. Insieme ad altri consiglieri abbiamo, quindi, esposto il problema a Regione e Asl chiedendo una rapida soluzione. Non si possono lasciare settemila persone senza medico di base in questo periodo così delicato”.

esposto medici di base VIII municipalità-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici di base vanno in pensione "in massa": è caos nell'VIII Municipalità

NapoliToday è in caricamento